Scuola Don Comelli Vigevano | APPROFONDIRE LA CONOSCENZA DELLA REALTA’
15821
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-15821,page-child,parent-pageid-15466,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

APPROFONDIRE LA CONOSCENZA DELLA REALTA’

L’alunno di scuola media si trova in una fase della sua evoluzione tra le più complesse e difficili, caratterizzata da fragilità e sensibilità estreme, da contraddizioni e scarsa autostima, da energie incontenibili e spesso non ben indirizzate, dal desiderio di rivelarsi, ma con il pudore di farlo; in un’età in cui egli scopre con sorpresa dentro di sé il nascere di un pensiero autonomo e il desiderio, e la difficoltà, di esprimerlo. Chiede di essere aiutato a vivere sempre più da protagonista la ricerca della propria identità e del proprio ruolo nella società.

ALUNNO AL CENTRO

mettere l’alunno al centro di tutta l’attività educativa significa farlo emergere sempre, dentro percorsi, programmi e metodi, aiutarlo a cercare se stesso, fargli capire che è lui il fulcro di tutte le esperienze proposte.

DIDATTICA PERSONALIZZATA

con l’utilizzo di una metodologia flessibile e varia misurata sulle reali esigenze dei ragazzi. In tale contesto trova spazio anche un’efficace valorizzazione degli alunni che, per capacità, interessi e attitudini, sono in grado di affrontare gli argomenti a un livello di eccellenza.

SCUOLA INCLUSIVA

la Scuola Secondaria don Comelli è per tutti, aperta ad ogni ragazzo che voglia coinvolgersi in prima persona nel suo percorso educativo.

SCUOLA CHE FORMA

mediante l’approfondimento delle conoscenze e delle competenze essenziali alla crescita della persona e orienta favorendo l’evidenziarsi delle inclinazioni, degli interessi e delle capacità dello studente.

AMBIENTE FAVOREVOLE

sereno, accogliente e positivo, adatto all’ascolto e alla collaborazione. La “forma” che la scuola assume è in grado di comunicare un’ideale di vita: per questo il contesto in cui l’alunno vive è disciplinato da regole precise e condivise.

Presenza di ADULTI AUTOREVOLI e APPASSIONATI,

totalmente coinvolti nell’azione educativa.

OBIETTIVI FORMATIVI

Le attività didattiche e la vita scolastica nel suo complesso sono finalizzate al raggiungimento dei seguenti obiettivi formativi:

Sviluppare la capacità di collaborazione e la disponibilità alla partecipazione

Educare allo studio personale ed efficace affinché tutti gli alunni siano in grado di elevare il loro livello di istruzione e diventino sempre più abili nel fruire e produrre cultura

Sviluppare la capacità di comunicazione e di espressione

Sviluppare la capacità critica, di paragone e di sintesi

LA VALUTAZIONE

La valutazione è un aspetto fondamentale dell’atto educativo e didattico: precede, accompagna e segue i percorsi curricolari.

Attraverso la valutazione, dunque, l’insegnante individua le conoscenze raggiunte dagli alunni nelle diverse discipline, le competenze e le capacità acquisite attraverso il lavoro proposto; confronta il livello raggiunto con le reali possibilità dello studente; riconosce l’atteggiamento con cui l’alunno affronta il lavoro; indica i passi ancora da percorrere e sostiene l’impegno necessario per la continuazione del lavoro.

Il voto non è la meta da perseguire, ma segnale sulla strada dell’apprendimento, rappresenta una parola (espressione di un giudizio) su un percorso compiuto in un certo periodo e in base a una certa prova; è, cioè, relativo, contingente e mai esprime un giudizio di valore sulla persona dell’alunno. Non definisce, cioè, l’alunno.

Nella nostra Scuola il percorso valutativo annuale è suddiviso in due quadrimestri.

 

Per la classe terza si procederà alla certificazione delle competenze raggiunte nel triennio. Tale strumento ha sia funzione valutativa sia orientativa.