Scuola Don Comelli Vigevano | All'Università Bocconi per “giocare” con la matematica. Progetto per la valorizzazione delle eccellenze
Tre alunni della scuola secondaria di primo grado entrano nel mondo universitario ed insieme ai professori dell'Università Bocconi cercano di risolvere quesiti matematici.
Scuola Don Comelli Vigevano, secondaria
17357
post-template-default,single,single-post,postid-17357,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive

All’Università Bocconi per “giocare” con la matematica. Progetto per la valorizzazione delle eccellenze

All’Università Bocconi per “giocare” con la matematica. Progetto per la valorizzazione delle eccellenze

 

Continua, con nuove opportunità, la collaborazione tra la Scuola Secondaria di primo grado Don Comelli e il Centro Pristem dell’Università  Bocconi,  attraverso un percorso di competizioni di giochi matematici con lo scopo di alimentare l’interesse e la passione per il linguaggio matematico, le sue potenzialità e la cultura che riesce a creare.

Tre alunni della Secondaria Don Comelli sono stati ammessi ai Laboratori PRISTEM AISTAP (Associazione Italiana per lo Sviluppo del Talento e della Plusdotazione), dedicati a un numero limitato di ragazzi della Scuola Secondaria di primo grado dotati di “spiccate attitudini per la matematica”.

Lo scopo è supportare lo sviluppo di tali capacità attraverso la piena realizzazione del loro potenziale in questo campo, motivandoli per mettere a frutto i talenti personali.

I laboratori, 7 di tre ore ciascuno, sono tenuti presso l’Università Bocconi da docenti della stessa Università, una volta al mese, da ottobre ad aprile.

I laboratori sono focalizzati sulla presentazione, discussione e risoluzione di alcuni quesiti matematici.

I docenti interverranno a soluzione avanzata, per correggere e integrare quanto proposto dagli studenti, suggerendo magari procedimenti e metodi di calcolo più rapidi, in modo che dalla soluzione proposta si sviluppi un proficuo dialogo di approfondimento delle tecniche matematiche usate e della loro idoneità per affrontare un determinato tipo di quesiti.

Ai nostri “magnifici” alunni l’augurio che il percorso in cui sono impegnati possa lasciare il segno nella loro formazione.